Logo Palestra Antares Palestra Antares - l'allenamento cucito addosso palestra cardioprotetta
Palestra Antares Messina - Home Palestra Antares - Chi Siamo Palestra Antares - Testimonianze Palestra Antares - Contatti    
 
     
  Il Centro di Allenamento ANTARES è CARDIOPROTETTO!  
 
Centro Cardioprotetto  

Il nostro centro di Allenamento è CARDIOPROTETTO!

Che significa?

Vuol dire che teniamo davvero a tutti i nostri iscritti e facciamo tutto ciò che è in nostro potere per salvaguardare la loro salute e la loro incolumità.

In questo articolo vorrei spiegarti che cosa significa che un luogo è cardioprotetto.

Sicuramente non vuol dire solo acquistare un defibrillatore come pensano tanti.

Ti dirò anche, con numeri alla mano, perché è di vitale importanza che i luoghi che frequenti ogni giorno, tu e i tuoi familiari, siano cardioprotetti.

 
 

Essere cardioprotetti significa che abbiamo messo in atto tutte le misure necessarie affinché qualunque nostro socio, se malauguratamente dovesse essere colpito da Arresto Cardiaco Improvviso mentre è nella nostra struttura, possa essere soccorso immediatamente e nella maniera migliore affinché le sue probabilità di sopravvivenza siano le più alte possibile.

Se avrai voglia di leggere, ti spiego, di seguito, i dettagli che abbiamo messo in atto per realizzare tutto ciò.

Perché ti racconto tutto questo?

Perché la cardioprotezione non viene presa in considerazione e non gli si da l’attenzione che merita, tranne nel momento in cui a farne le spese è qualche personaggio famoso. Come i casi di alcuni giocatori avvenuti negli ultimi anni.

Essere cardioprotetti non significa soltanto che la nostra struttura è dotata di un defibrillatore semiautomatico esterno (DAE), ma c’è di più, tanto di più.

Innanzitutto il defibrillatore.

Ovviamente la speranza è di non doverlo usare mai, ma nel caso ci si troverà a utilizzarlo, è FONDAMENTALE che questo funzioni perfettamente.

 
 
defibrillatore  

Per questo motivo è molto importante dotarsi di un defibrillatore di buona qualità, ma è anche vero che la sua perfetta manutenzione è ancora più importante del tipo di modello scelto.

La nostra scelta relativamente al dispositivo che abbiamo acquistato, dopo una serie di valutazioni e confronti con numerosi modelli di marche differenti, è ricaduta sull’unico defibrillatore realizzato totalmente in Italia da un’azienda italiana che da oltre 25 anni è impegnata nello sviluppo di prodotti per la prevenzione e la cura delle patologie cardiache.


 
 

Praticamente è il defibrillatore che rappresenta il made in Italy nel mondo. E’ infatti venduto in oltre 60 paesi.

Per la manutenzione, piuttosto che effettuarla da noi, abbiamo deciso di sottoscrivere un Programma di Assistenza e Manutenzione con un’azienda esterna che si occuperà di verificare le scadenze delle singole parti (piastre adulte, pediatriche, batteria) e della manutenzione del nostro dispositivo effettuando, oltre a tutta una serie di attività, la verifica funzionale annuale tramite analizzatore per defibrillatori dell’energia erogata sul carico di scarica con rilascio della relativa certificazione.

In tal modo il dispositivo sarà sempre pronto qualora dovesse essere necessario.

Esiste però un altro aspetto altrettanto importante che spesso viene trascurato.

La presenza costante di almeno una persona che abbia ricevuto una formazione specifica nelle attività di rianimazione cardio-polmonare e che sia abilitata all’uso del defibrillatore semiautomatico!

A tal proposito lasciami spendere qualche parola.

Vedo, in certi casi, iniziative lodevoli di associazioni che regalano a scuole o enti un defibrillatore affinché venga tutelata la sicurezza di chi frequenta giornalmente questi luoghi.

Purtroppo, spesso, chi riceve questo apparecchio salvavita, non mette in atto le azioni che rendono questo strumento tale, ovvero SALVA VITA.

Cosa voglio dire?

Senza considerare quelli che una volta ricevuto lo chiudono in una stanza quasi fosse un peso o un oggetto non necessario da mettere in ripostiglio, quando invece andrebbe posizionato a vista ed in un luogo facilmente accessibile, nella maggior parte dei casi, il personale dell’ente NON viene formato all’uso del defibrillatore.

E’ come se ad una persona viene regalata una bella macchina sportiva ma la lascia in garage perché non ha la patente per guidarla.

Se nessuno sa come si usa il defibrillatore, anche se ve ne fosse necessità, nessuno sarebbe in grado di utilizzarlo.

Per questo tutti i nostri istruttori sono certificati ed hanno ricevuto una formazione specifica sia all’uso del defibrillatore, sia, ancora più importante, alle manovre di rianimazione cardio-polmonare.

Inoltre, abbiamo deciso di fare ancora di più.

 
  corso BLSD  
 

Per cercare di diffondere la cultura del primo soccorso a tutta la comunità, insegnando semplici manovre di rianimazione cardiopolmonare (RCP), necessarie a sostenere i parametri vitali dopo un arresto cardiaco improvviso (ACI) e che possono essere decisive per salvare una vita umana, abbiamo deciso di avviare dei corsi di formazione BLSD Adulto-Bambino-Infante in convenzione con un ente di formazione nazionale e riservati ai nostri soci.

Magari ti starai chiedendo, ma perché mi dici tutto questo? Perché è così importante che il centro di allenamento sia cardioprotetto?

Te lo spiego subito.

I dati ISTAT ci dicono che l’arresto cardiaco improvviso è la prima causa di morte in Italia (e nel mondo).

Nel 2012 sono avvenute ben 75.000 morti nel nostro paese per questo motivo.

Sai che significa? Che ogni giorno vengono colpite 200 persone.

Più di 8 persone ogni minuto muoiono per questo motivo! Solo in Italia.

E’ un male silenzioso che uccide più persone nel mondo occidentale di ogni altra patologia.

Quando ho letto ed approfondito questi dati sono rimasto scioccato.

Non me lo aspettavo.

In TV parlano solo di tumori, che sono una causa importante di morte ma che non si avvicinano per fortuna a questi allarmanti livelli.

Di qualche sporadico caso di meningite o di altra malattia spacciandola come se fosse un epidemia e generando il panico tra la popolazione (vedi il caso del Coronavirus).

Di arresto cardiaco improvviso ne parlano solo se accade a qualche personaggio famoso, come è stato per alcuni calciatori, dando l’impressione nella gente che non abbia l’importanza che invece ha concretamente.

In realtà le cose sono ben diverse e i dati sono quelli che ti ho riportato. Stermina circa 8 persone al minuto!

Ma c’è di più, purtroppo.

 
 
arresto cardiaco improvviso  

Può colpire chiunque e in qualsiasi momento.

Anche i giovani e le persone in buona salute possono ritrovarsi faccia a faccia con questo killer.

Sai dove avviene la quasi totalità di questi eventi?

L’80% dei casi avviene in casa! L’altro 20% in ambienti pubblici.

 
 

Ciò significa che solo i familiari presenti in casa possono dare soccorso alla vittima e salvarla!

Sai qual è il peggio? Che se i familiari che si trovano in casa in quel momento non sanno cosa fare subito, ogni minuto che passa le probabilità di sopravvivenza si abbassano del 10%.

Entro solo 5 minuti iniziano a manifestarsi danni cerebrali irreversibili.

Entro 10 minuti si ha la morte cerebrale!

Normalmente il pronto soccorso, allertato immediatamente, non riesce ad arrivare in tempo.

Pensa che tantissime persone potrebbero essere salvate solo se ci fosse una maggiore consapevolezza e una maggiore diffusione della conoscenza delle manovre di primo soccorso e dell’uso del defibrillatore.

Non bisogna essere medici o supereroi per salvare una vita.

 
  supereroi  
 

Per questo mi sto impegnando in prima persona a diffondere il più possibile la cultura del primo soccorso.

Ecco perché per noi è così importante essere un Centro Cardioprotetto.

Adesso che lo sai, guardati intorno quando sei in giro, vai per negozi o frequenti altre strutture (scuole, palestre, piscine, …), vedi chi effettivamente pensa al bene tuo e delle persone che frequentano quei luoghi e a chi frega poco o nulla.

Noi teniamo alla incolumità dei nostri iscritti.

Se vuoi maggiori informazioni sul nostro centro di allenamento o sui prossimi corsi BLSD che terremo devi solo cliccare QUI e compila il modulo di contatto oppure chiamarci allo 090.9573843 o meglio ancora passare direttamente.

 
 

 

 
     
 

 

 
     
 
 
     
 
nome*
 
e-mail*
voglio rimanere aggiornato sul metodo di allenamento e sui nuovi articoli e
accetto i termini di privacy
 
 
 
     
     
  ARTICOLI RECENTI  
     
  - Il Centro di Allenamento ANTARES è CARDIOPROTETTO!  
     
  - Cosa ti aspetta in Palestra a partire da Settembre 2019?  
     
  - La camminata rapida è davvero così efficace come tanti (tra cui molti medici) sostengono?
Mettiamola a confronto con un Allenamento ad Intervalli ad Alta Intensità (HIIT)
 
     
  - Pasto Post Allenamento: le migliori fonti di carboidrati per l'anabolismo e per un recupero ottimale  
     
  - Rassegnati, NON potrai mai conoscere in maniera ESATTA a quanto ammonta il tuo grasso corporeo  
     
  - Ti sei messo a dieta e hai perso peso. Sicuro che sei relamente dimagrito?
Hai iniziato la "fase di massa" e le tue circonferenze sono aumentate.
Sicuro che quella che hai incrementato sia davvero la massa muscolare?
 
     
  - Scopri i 7 punti che finalmente ti consentiranno di eliminare una volta per tutte quell'odioso accumulo di grasso attorno l'ombelico che ti fa vergognare di indossare una t-shirt aderente ed ottieni un ventre piatto come i modelli delle riviste  
     
  - I 6 ERRORI che non devi assolutamente commettere se vuoi trasformare completamente il tuo corpo, mettere su montagne di muscoli, ridurre il grasso e aumentare la tua forza  
     
 

- Corri per dimagrire?
Smettila SUBITO, prima che sia tardi!

 
     
  - Il segreto che il 100% degli istruttori in palestra non conosce quando ti consiglia degli esercizi mirati per far lavorare il "pettorale interno"  
     
     
     
  ARCHIVI  
     
     
     
     
     
 
 

 

Copyright © A.S.D. Antares - Viale Regina Elena, 127 - 98121 Messina - Tel. 090.9573843 - e-mail: palestraantares@gmail.com